IN ETICHETTA QUANTI PASSI CI VOGLIONO PER SMALTIRE LE CALORIE


I consumatori dedicano in media sei secondi alla scelta del prodotto: chiedono informazioni nutrizionali semplici come il tempo di attività fisica per ‘bruciare’ il cibo acquistato

I ricercatori del dipartimento di scienze psicologiche dell’Università di Liverpool hanno pubblicato sulla rivista Appetite, una ricerca che ha coinvolto 458 adulti, per valutare l’influenza dei vari tipi di etichetta nutrizionale.

I risultati hanno indicato che la scelta dell’alimento e della bevanda meno calorici è significativamente migliore quando l’etichetta indica l’attività fisica necessaria per smaltire le calorie contenute. Secondo i ricercatori, quando l’etichetta indica la quantità delle calorie risulta essere troppo complessa e quindi poco assecondata dall’acquirente. Questi risultati sono validi per tutto il gruppo di partecipanti e non sono influenzati da fattori individuali come sesso, età, indice di massa corporea, tipo di dieta abituale e condizione socio-economica.

 

La proposta di inserire in etichetta un’indicazione su quanto tempo di attività fisica è necessario per smaltire le calorie presenti nel cibo era già stata avanzata un anno fa dagli esperti britannici della Royal Society for Public Health, sulla base di un’altra ricerca che mostrava come le attuali etichette nutrizionali provochino confusione a causa dell’eccesso di informazioni. Secondo la ricerca, il 63% delle persone sarebbe favorevole a questa nuova indicazione e il 53% cambierebbe i propri comportamenti.

Leave a Reply