UNA BELLA COLAZIONE AL MATTINO E … LA PANCIA NON C’È PIÙ

 

Chi è a dieta deve tener conto che è importante non solo cosa si mangia, ma anche quando lo si mangia perché il nostro metabolismo è diverso durante l’arco della giornata

Lo studio di cui parliamo è stato realizzato dalla Tel Aviv University: i ricercatori hanno osservato per tre mesi lo stato di salute di una trentina di volontari, obesi con diabete di tipo 2 e un'età media di 69 anni. Una parte del gruppo preso in esame è stata sottoposta alla cosiddetta “dieta B”, cioè una colazione abbondante, un pranzo più piccolo e una cena decisamente leggera. Il resto dei soggetti ha seguito la dieta cosiddetta “6M”, cioè sei mini-pasti quotidiani. Ed il risultato è stato che una dieta che prevede una colazione sostanziosa non solo fa bene alla salute, ma aiuta a dimagrire.

«Non è quanto si mangia – ha spiegato la coordinatrice del team di ricerca Daniela Jakubowicz – né sono le calorie di per sé: conta anche a che ora del giorno si mangia. Il metabolismo cambia a seconda delle ore. Una cosa è una fetta di pane al mattino un’altra è alla sera». A conferma di ciò, a tre mesi di distanza dall’inizio dei test, i pazienti che facevano la sostazione colazione mattutina erano dimagriti di cinque chili, mentre quelli che facevano i sei mini-pasti giornalieri erano invece ingrassati di quasi un chilo e mezzo.
I ricercatori hanno inoltre monitorato costantemente i livelli di glucosio dei volontari e i pazienti sottoposti al regime con la colazione più nutriente hanno evidenziato una significativa riduzione del tasso di glucosio nel sangue solo dopo 14 giorni dall'inizio della dieta.

Leave a Reply